I nuovi locali storici del Friuli Venezia Giulia

Ascolta la lettura dell'articolo     

Sono state recentemente consegnate le targhe oro e argento che identificano i nuovi "Locali storici" del Friuli Venezia Giulia. Si tratta di 68 attività commerciali che si sommano a quelle censite negli anni passati.

Locali storici targa oro

Fonte FVG/ARC/PF. Una legge regionale del 2005 riconosce il valore storico di alcune attività commerciali con l'obiettivo di valorizzare gli esercizi di piccole e medie dimensioni e promuovere allo stesso tempo il turismo nei centri storici. Si tratta di negozi, trattorie, farmacie in attività da almeno sessant'anni, inseriti nei centri storici in palazzi d'epoca di pregio architettonico e artistico, alcuni risalenti addirittura al 1500. Esercizi commerciali che si presentano in molti casi anche con gli arredi originali.

Nel 2012 sono stati riconosciuti 40 locali con la targa d'argento e 28 con la targa d'oro. La cerimonia di consegna si è tenuta il 29 maggio nella sede della Regione a Trieste. Oltre a potersi fregiare del marchio, i "Locali storici" riconosciuti possono anche accedere a specifici finanziamenti regionali per interventi di tutela, restauro e valorizzazione dei locali.

Elenco dei locali "targa oro" del 2012

Cividale del Friuli - Trattoria Antico Leon d'Oro - Via Borgo di Ponte, 24 (1948)
Tipico locale cividalese - suppellettili antiche di pregio storico - banco mescita di pregiata fattura in legno massiccio - edificio storico del XV secolo

Trieste - Pescheria Davide - Viale D'Annunzio, 2 (1942)
Edificio del 1904 noto come "Palazzo Polifemo" conserva un banco degli anni Quaranta e attrezzature d'epoca

Cormons - Ferramenta Friulana - Via Matteotti, 10 (1937)
Edificio storico danneggiato nella prima guerra (caporetto) ricostruito negli anni 20 - pavimentazioni originali - nel magazzino sono conservate le attrezzature d'epoca

Trieste - Farmacia alla Redenzione - Piazza Garibaldi, (1932)
Palazzo del 1838, arredi dei primi Novecento e suppellettili dell'epoca

Gorizia - Sementi e Granaglie di Gravner Walter - Via Boccaccio,25 (1930)
Negli oltre 80 anni di attività non sono state modificate le tipologie di merci in vendita - gestito sempre dalla stessa famiglia - le merci vengono ancora vendute sfuse - situato all'interno del palazzo del mercato di Gorizia risalente al 1930 - bancone originale

Trieste - Profumeria Portici - Portici di Chiozza, 1 (1928)
Palazzo risalente al 1927, arredi e vetrina originali degli anni Venti

Trieste - Calzature Martini - Viale XX Settembre, 7 (1927)
Recentemente trasferito in edificio neoclassico, conserva parte degli arredi originali del 1927

Trieste - Calzature Pelletterie Rosini - Via Dante, 1 (1925)
Edificio progettato dagli architetti Berlam, arredi risalenti agli anni Trenta

Trieste - Silvio Rustia - Via Mazzini, 29 (1925)
Tessuti e pellicceria, primo titolare Silvio Rustia 1900-1946, palazzo d'epoca stile liberty del 1906 . Pavimento è in granito - colonne marmo aurisina - lampadario antico realizzato con 500 pezzi di vetro soffiato - bancone d'epoca

Trieste - Farmacia Al Samaritano - Piazza dell'Ospitale, 8 (1924)
Palazzo ottocentesco, arredi degli anni Venti

Trieste - Farmacia Al Giglio - Via Belpoggio, 4 (1924)
Palazzo d'epoca - arredi interni originali, mobilio in legno massello - bilance d'epoca - serramenti vetrine in legno originali

Trieste - Giuseppe Maizen Elettricità - Via Giulia, 5 (1920)
Palazzo di fine Ottocento vetrine e bancone del 1920

Trieste - Farmacia Alla Basilica - Via San Giusto, 1 (1913)
Palazzo del 1838, arredi dei primi Novecento e suppellettili dell'epoca

Trieste - Ristorante Bar Harry's Grill - Piazza Unità d'Italia, 2 (1908)
Sembra che l'attività abbia avuto inizio già nel 1300 con il nome di Hospitium Magnum. Il palazzo storico è stato progettato dall'ing. Geiringer nel 1873 (stesso progettista del palazzo del Lloyd). Attualmente gestito dalla Magesta Spa. Gli interni ristrutturati da Arrigo Cipriani mantenendo le suppellettili d'epoca.

Trieste - Libreria Antiquaria Umberto Saba - Via San Nicolò, 30 (1904)
Anticamente conosciuta come Libreria Maylander (dal nome del primo proprietario), dal 1933 al 1941 la libreria è di proprietà di Umberto Saba. Palazzo di pregio stile liberty del 1906 progettato dall' ing. Ziffel. Mobili, vetrine e banconi originali risalente alla data di apertura del locale, anche il pavimento è originale dell'epoca.

Trieste - Farmacia Al S. Andrea - Piazza Venezia, 2 (1902)
Edificio neoclassico dell'illustre architetto Valentino Valle, conserva un ricco arredo del 1860, vasellame e cristalli

Trieste - Pasticceria Caffè Pirona - Largo Barriera Vecchia, 12 (1900)
Inizia nel 1900 con Alberto e Oscar Pirona - conserva lo stesso nome da oltre un secolo - palazzo storico del 1827 arch. Semetz - vetrine in stile liberty - arredi originali in legno

Trieste - Pasticceria La Bomboniera - Via XXX Ottobre, 3 (1896)
Edificio ottocentesco, vetrine e arredo d'epoca

Spilimbergo - Farmacia Lotti - Corso Roma, 22 (1883)
L'immobile del XVI secolo era inizialmente adibito a fortino di difesa della città - finestre con serramenti originali - nel retro del locale mosaico del 1861 - scaffalature, bancone e suppellettili d'epoca

Tolmezzo - Farmacia al Redentore (di Tolmezzo) - Via Matteotti 6/a (1860)
Semplice edificio, insegna "storica" e ricchi arredi realizzati in più riprese tra il 1860 e i primi del Novecento

Rivignano - Farmacia Braidotti "Antica Farmacia Alla Medusa" - Piazza IV Novembre, 16 (1830)
Palazzo del 1924 stile eclettico anni ‘20 denominato "casa malattia" - arredi antichi di pregio

Trieste - Farmacia Biasoletto all'Orso Nero - Via Roma, 16 (1821)
Si trova in un elegante palazzo neoclassico sul Canale di Ponterosso ornato da pregevoli bassorilievi - ricco arredo, stucchi e decorazioni pittoriche

Trieste - Farmacia de Leitenburg - Piazza San Giovanni, 5 (1805)
Collocata nel neoclassico Palazzo Diana, rispecchia le farmacie viennesi della seconda metà dell'Ottocento - appartiene da sempre alla famiglia de Leitenburg

Trieste - Farmacia al Redentore (di Trieste) - Piazza Cavana, 1 (1801)
Ubicata nel Palazzo Serravallo del 1912 ha un ricco arredo neorinascimentale, stucchi e lampadari Liberty

Trieste - Farmacia Al Cedro - Piazza Oberdan, 2 (1792)
Farmacia comunale collocata in uno storico edificio progettato secondo il modello della Rotonda Pancera, arredi e attrezzature di laboratorio risalenti agli anni Venti

Trieste - Farmacia alla Borsa - Piazza della Borsa, 12 (1779)
Si trova in un palazzo del 1903 ma conserva arredi e attrezzature della seconda metà dell'Ottocento

Trieste - Farmacia Ai due Mori - Capo di Piazza Santin, 2 (1750)
Da sempre collocata nel palazzo comunale (edificato nel 1873) ma attiva già a metà del Settecento, vanta arredi di fine Ottocento

Trieste - Farmacia all'Aquila Imperiale - Via Tor San Piero, 2 (1630)
Risale al 1630 ed è collocata in un edificio di stile eclettico risalente a fine Ottocento - arredi inizi Novecento e vetrine originali

[Nella foto di copertina: Trieste, 21/03/2012. L'assessore al Commercio Angela Brandi e il sindaco di Gorizia Ettore Romoli consegnano le targhe a 8 esercizi commerciali di Gorizia]

2 Risposta

  1. christina sponza
    Sono nuovi riconoscimenti di locali storici ;)
  2. Giovanna
    Sono nuovi o sono storici? :D