Nuovi itinerari ciclo-turistici

Ascolta la lettura dell'articolo     

Nell’ultimo week-end di settembre un equipaggio internazionale ha tenuto a battesimo il nuovo itinerario di Bikeways organizzato con la collaborazione di Promotrieste: Trieste-Grado-Aquileia-Brda-Kras-Trieste, 230 km in bicicletta con punto di partenza e arrivo il Savoia Excelsior Palace Hotel, in riva del Mandracchio a fianco di piazza Unità e di fronte allo stupendo scenario del golfo di Trieste.

Sabato 29 settembre, di primo mattino, uno skipper australiano (Murray Spence, captain di Esimit Europa 2), due manager russe (Elena Burova, wine agent for Russian Market, e Daria Zadorozhnaya, blogger russian tourist website), una manager slovena (Zdenka Lampe, p.r. Mathitech Bikes), due imprenditori italiani (Enrico Merlani, owner Mathitech Engineering Group, e Denis Andrian, owner Andrian&Partners) guidati da un navigatore in carne ed ossa (Federico Orso, drive Bikeways), sono partiti da Trieste con un tandem e cinque biciclette di produzione Mathitech percorrendo un itinerario affascinante ed indimenticabile per relax e sensazioni attraverso la costiera triestina, la foce dell’Isonzo, la laguna di Grado, la pianura aquileiese, le dolci colline del Collio e del Brda, le ventose dorsali del Carso e del Kras

Tappe d’obbligo sul tragitto: i castelli di Miramare e di Duino, la riserva naturale di Val Cavanata, il borgo vecchio e il porto di Grado, i resti romani e la basilica di Aquileia, le trincee della prima guerra mondiale a Tapogliano, la statua di Massimiliano d’Asburgo a Cormòns, il castello di Dobrovo, la chiesa di Smartno, i luoghi della grande guerra sul Carso goriziano, il monumentale cimitero austroungarico a Gorjansko, il cimitero della prima guerra mondiale a Dutovlje.

Fra storia e natura, l’itinerario ha previsto alcuni punti di ristoro e di riposo: il ristorante Al Pescatore a Duino (da segnalare il risotto alla pescatora), la cantina di Denis Montanar a Borgo Dodone di Villa Vicentina (da segnalare il bianco Uis blancis), l’hotel Kozana a Dobrovo (da segnalare la zuppa di rape e patate selvatiche), la cantina Brizka a Vedrijan (da segnalare la Ribolla), l’azienda agricola del signor Jadran a Kojsko (eccezionali le varietà di olio e il distillato di miele), l’agriturismo Stekar a Kojsko (da segnalare i succhi d’albicocca e d’uva), l’ostello Pliskovica a Dutovlje (da segnalare il terrano).

Domenica 30 settembre, al tramonto, l’equipaggio ha terminato l’avventura rientrando a Trieste dopo 230 km percorsi in due giornate di benessere puro ed esclusivo!

Gli itinerari di Bikeways restano sempre operativi. Sarà possibile parlarne coi responsabili in occasione della Barcolana di Trieste  fino a domenica 14 ottobre. In questo contesto sarà offerto il servizio di portare in giro per la città i turisti a scopo dimostrativo.

Per approfondire: www.bikeways.eu

[In copertina i partecipanti della spedizione Trieste-Grado-Aquileia-Brda-Kras-Trieste davanti al castello di Miramare. In alto a destra la pista ciclabile di Fossalon (Grado). Fonte bikeways.eu]

I commenti sono chiusi