Dolci di frontiera a Gorizia

Ascolta la lettura dell'articolo     

Da mercoledì 19 a lunedì 24 dicembre Gorizia si trasforma in una suggestiva pasticceria a cielo aperto per ospitare la prima edizione di Dolci di Frontiera.

Ventidue casette in legno costituiranno il villaggio natalizio dove, per sei giorni, sarà possibile deliziarsi con le specialità dolciarie tipiche della Mitteleuropa: dalla Putizza goriziana alle Palacinke slovene, dagli Strucchi al Kurtőskalács ungherese, passando per il Reindling e i capolavori di cioccolato carinziani, senza dimenticare le molte varianti dello strudel e i dolci tipici e artigianali del territorio goriziano a base di miele e confetture.

Non mancheranno, poi, biscotti (tra cui quelli al malto d’orzo della Carnia), crepes, torte, piadine dolci, pinza, panettoni, ghibanizza, crostate, pan sporco (con uvetta e noci), marzapane, confetture, cioccolatini e pralineria, sciroppi e liquori. Tutti rigorosamente artigianali.  Un autentico paradiso del dolce, confezionato e garantito dalla presenza di rinomati maestri pasticceri italiani e stranieri.

Sull’onda dello straordinario successo di Gusti di Frontiera, inoltre, sarà presente anche l’offerta salata: sotto la regia dell’associazione di commercianti "Le nuove vie", nella vicina e storica via Rastello saranno riaperti in via straordinaria quattro locali sfitti, riconvertiti per l’occasione in caratteristiche trattorie e locande che, gestite da alcuni tra i più apprezzati ristoratori del territorio, proporranno i piatti tipici dell’area italiana e slovena da gustare con i grandi vini della zona.

Per approfondire: comune.gorizia.it

[In copertina, gubana. Fonte foto: EricFung - flickr.com]

I commenti sono chiusi