Campari Wines arriva in Friuli Venezia Giulia

Ascolta la lettura dell'articolo     

Siglato un nuovo e importante accordo di distribuzione in esclusiva tra Campari Wines e Volpe Pasini, una delle aziende più rappresentative del settore vinicolo friulano.

Volpe Pasini, azienda tra le più antiche del nord-est, situata a Togliano di Torreano (UD) nel cuore della Doc Friuli Colli Orientali e di proprietà della famiglia Rotolo, ha firmato in questi giorni un accordo di distribuzione in esclusiva a livello mondiale con Campari Wines, la divisione del Gruppo Campari che gestisce la categoria del vino di qualità a livello globale.

Entra così nel portafoglio prodotti di Campari Wines un altro importante brand italiano, che va ad aggiungersi alle prestigiose collaborazioni della società, che oggi rappresenta quattro aziende vinicole di proprietà (Sella&Mosca-Sardegna, Teruzzi&Puthod-Toscana, Enrico Serafino-Piemonte e Lamargue-Francia) e otto aziende in distribuzione esclusiva (Fazi Battaglia-Marche, Le Fracce-Lombardia, Icario-Toscana, Kupelwieser-Alto Adige, Urciuolo-Campania, Capraia-Toscana, Mouton Cadet-Francia e Villa Massa-Campania) oltre ai marchi Riccadonna e Mondoro (per il mercato italiano) e Zedda Piras, leader di mercato nella categoria Mirto di Sardegna.

«L’ingresso di Volpe Pasini, marchio storico del panorama vinicolo italiano, in Campari Wines – spiega Andrea Montorfano, Managing Director Campari Wines – rappresenta un ulteriore importante passo nello sviluppo del nostro progetto di creazione di un polo vinicolo di qualità che svolge un ruolo primario nella diffusione del vino italiano nel mondo. Con Volpe Pasini il portfolio di Campari Wines si arricchisce di una regione italiana, il Friuli Venezia Giulia, unanimemente riconosciuta per la sua produzione di eccellenza».

Volpe Pasini, la cui produzione vinicola è testimoniata fin dal XVII secolo, ha sempre espresso la sua vocazione enologica ai massimi livelli. Negli anni ’70, insieme a pochi altri “pionieri”, porta l’enologia friulana in Italia e nel mondo, concentrando le proprie energie sulla ricerca qualitativa e cercando sempre nuovi sbocchi nei mercati internazionali. Attualmente Volpe Pasini, con i suoi 52 ettari vitati, produce 400.000 bottiglie all'anno, metà delle quali commercializzate all'estero (principali mercati: Svizzera, Germania, Russia, Usa).

Riconosciuta da sempre quale azienda di riferimento qualitativo nell’ambito vitivinicolo, Volpe Pasini ha ricevuto tra i numerosi riconoscimenti anche quello di Vino Bianco dell’anno 2013 (Sauvignon 2011 Zuc di Volpe) da parte della Guida Vini d’Italia 2013 del Gambero Rosso.

«L'accordo firmato con Campari Wines rientra – spiega Emilio Rotolo, Presidente di Volpe Pasini –  nell'ottica di continua crescita e sviluppo che ha fatto di Volpe Pasini una delle realtà viticole di maggior rilievo in Friuli Venezia Giulia, portandola ad essere pluripremiata per l’eccellenza dei suoi vini».

[In copertina la tenuta Volpe Pasini con Villa Rosa sullo sfondo. Fonte volpepasini.it]

I commenti sono chiusi