In un libro i segreti delle erbe spontanee

Ascolta la lettura dell'articolo     

Venerdì 25 gennaio 2013, alle 20.30, nel Centro civico di Colloredo di Monte Albano (Ud), accanto al palazzo del Municipio, sarà presentato il libro “Erbe… e dintorni” a cura di Ennio Furlan, Edizioni Ribis.

Il testo guida alla scoperta, conoscenza, raccolta, conservazione e utilizzo in cucina di erbe, germogli e bacche. «Si tratta di una serata organizzata per i curiosi di turismo, gastronomia e arte - spiega il vicesindaco, Luca Ovan -. Aspettando la primavera, si parlerà della legge regionale per la raccolta delle erbe spontanee, della loro cottura e conservazione, e saranno approfonditi alcuni aspetti delle lavorazioni. Non mancherà, naturalmente, lo spazio dedicato alla fotografia delle erbe e alle ricette”. Seguirà un momento conviviale con assaggi di squisitezze a cura dallo chef Ennio Furlan.

Il libro, 147 pagine, conta molte descrizioni e illustrazioni ed è a firma di Ennio Furlan, chef di San Canzian d’Isonzo (Go). L’opera, un vero e proprio vademecum dell’arte culinaria, tratta delle erbe spontanee del Friuli Venezia Giulia, raccontate con schede di testo e fotografie. L’autore, attento e grande appassionato del mondo vegetale, sin dall’infanzia ha curato con zelo e significativa competenza la raccolta delle piante, camminando per campi e boschi.

«E' una delle prime iniziative che la Federazione italiana cuochi di Udine, che ha sede a Colloredo di Monte Albano, e l’Amministrazione comunale organizzano insieme per far conoscere, anche attraverso la presentazioni di libri, documentari, ricettari spiegati da chef, cuochi e professionisti, la realtà della raccolta, conservazione e uso in cucina delle piante della nostra regione - dichiara Ovan -. Questo ci onora, soprattutto in un territorio comunale come il nostro, ove operano realtà del comparto ristorazione di alto livello, note in tutto il Friuli Venezia Giulia. La collaborazione tra Comune di Colloredo e Federazione italiana cuochi di Udine imprimerà ancora più slancio al turismo culturale e gastronomico della zona».

[In copertina germogli di luppolo selvatico. I giovani germogli, detti anche bruscandoli, sono molto apprezzati in cucina. Fonte wikipedia.org, autore: Ithunn]

I commenti sono chiusi