LO SAPEVATE CHE NELLE VALLI DEL NATISONE CI SONO 44 CHIESETTE VOTIVE?

Il Cammino delle 44 Chiesette Votive delle Valli del Natisone.
Lunedì 2 aprile 2018 Pasquetta ore 9.30  San Pietro di Chiazzacco Prepotto, 
Il giro delle 44 chiesette votive delle Valli del Natisone riprende con un’ inedita e nuova proposta di visita ad altri quattro luoghi di culto di straordinario interesse. Si trovano tutti nell’area del comune di Prepotto, in una eccezionale posizione dalla magnifica vista sulla vallata, sui colli circostanti e che raggiunge perfino il mare. La visita comincia a San Pietro di Chiazzacco Prepotto, e, image6-1030x687imboccando un sentiero tra i vigneti, si raggiunge la Frazione di Cladrecisi con vista alla Chiesetta di San Nicolò: cuore della piccola borgata con vista fino al mare.
Si prosegue percorrendo un sentiero fra i boschi che ci porterà nel borgo di Fragielis, dove la chiesetta di Santa Lucia è un’altra oasi di raccolta di spiritualità. L’ingresso a capanna, il tetto dell’abside con l’originale copertura a lastroni di pietra, i vigneti che la circondano, annunciano l’altare e gli affreschi popolareschi dello Spirito Santo in forma di colomba, delle sante Lucia, Apollonia e Anna, di San Silvestro Papa, degli angeli, del sole e della luna.
Da qui, per sentiero Cai, si raggiunge per la prima volta la Chiesetta dei Tre Re in una radura nel bosco di castagni e faggi, sorvegliata da un enorme tiglio secolare. “L’attuale edificio, datato 1470, presenta nella parete esterna del presbiterio il marchio del costruttore inciso sulla pietra. Il coro dispone di un soffitto a volte costolonate sorrette da peducci con figurazioni curiose, di cui è stata ricostruita la policromia perduta. Nelle chiavi principali sono raffigurati i Re Magi, la Vergine con il bambino e Sant'Anna.  In un vano nell’altare furono rinvenuti alcuni frammenti ossei, ovvero reliquie, attribuite, nel nome della tradizione, ai Santi Gaspare, Melchiorre e Baldassarre. La peculiare dedicazione della chiesa ai tre santi, popolari in area slava e germanica (il duomo di Colonia fu eretto per custodirne le reliquie), rappresenta in Friuli un caso unico” (Chiara De Santi_le Sentinelle delle Valli”.)
Si riprende il cammino e toccando i contrafforti del Santuario di Castelmonte si raggiunge la “Bottega Artigianale” di Mario Midun per il nostro ristoro.
Per prati sentieri e boschi si ritorna a San Pietro di Chiazzacco l’antico borgo in Casago che si annuncia con il suo caratteristico campanile. Già dall’esterno questa chiesetta mostra tutta la sua eccezionalità: sotto l’ingresso a capanna, ecco, ai lati del portone, gli affreschi di san Cristoforo e di San Giorgio e il drago, protettori contro le alluvioni e le altre calamità. Entrando, poi, non si può non esclamare di meraviglia: la bellezza dei colori, le figure affrescate, tutto è magnifico. Ben 18 figure ornano la volta absidale, fra cui le sante vergini capitali (Caterina d’Alessandria, Apollonia, Barbara, Maria Maddalena, Orsola, Margherita e Dorotea) di cui era molto diffuso il culto nel Friuli medioevale.
Programma:
ore 09.30 ritrovo e registrazione: a San Pietro di Chiazzacco e partenza.
ore 10.00 arrivo alla Chiesetta di Cladrecis
ore 11.00 arrivo alla Chiesetta di Fragiellis
ore 12.30 arrivo alla Chiesetta dei Tre Re
ore 13.30 arrivo alla “Bottega Artigianale”
ore 1530 arrivo a San Pietro di Chiazzacco

Costo
Il costo è di 15 euro  e comprende accompagnatori ristoro e autonavetta in caso di necessità.
Altre informazioni
Il percorso di 10 chilometri circa si snoda su strada asfaltata, carrareccia e sentiero. Dislivello m 300. Abbigliamento da trekking, scarpe comode, acqua secondo le proprie esigenze. Le chiesette per l’occasione saranno aperte e visitabili durante la passeggiata. Sono graditi gli amici a quattro zampe.
Giunti a Cividale seguire indicazioni per Prepotto e poi seguire indicazioni per San Pietro di Chiazzacco.
Accompagnatori: Antonio De Toni Mario Midun

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento