Inaspettata e suggestiva nel sottosuolo di Udine

Ascolta la lettura dell'articolo     

L'Osteria alle Volte si trova in pieno centro a Udine e si presenta al piano terra come un'accogliente osteria con una deliziosa e piccola corte dov'è possibile mangiare all'aperto, ma è al piano inferiore che sorprende, con una sala ristorante fatta di volte a crociera sostenute da colonne in pietra.

Nel centro di Udine, con un ingresso al numero 4 di via Mercato vecchio e l'altro in via Mercerie a due passi dalla più bella piazza di Udine, piazza San Giacomo o delle Erbe, si trova questo suggestivo locale sviluppato su due livelli. Sopra la zona osteria, che propone squisiti stuzzichini per accompagnare ottimi vini locali e non, sotto il ristorante che si apre in uno spazio segnato da tre colonne in pietra che sorreggono volte a crociera parzialmente intonacate proiettando l'ospite in un'atmosfera fuori dal tempo.

I protagonisti

Il locale, di fondazione quattrocentesca e restaurato in maniera conservativa, rispecchia l'animo raffinato e al contempo 'alla mano' del titolare Claudio Trinco, figlio di ristoratori ed egli stesso assieme al fratello da sempre protagonista della scena culinaria dapprima a San Donà di Piave con la famiglia di origine e poi a Udine. Dopo una lunga esperienza nel capoluogo friulano con il locale Al Pappagallo, Claudio si innamora dell'Osteria alle Volte che recupera con cura dopo un lungo periodo di chiusura.

La cucina

La cucina è quella tradizionale friulana affiancata da ricette tipiche della zona lagunare ricche di pesce. E' così possibile gustare pesci e molluschi preparati con creatività, ma anche secondo l'uso delle zone di Grado e Marano. Vale la pena lasciarsi tentare da una carrellata di antipasti misti. Da provare assolutamente, anche se solo di passaggio al piano superiore, il prosciutto cotto al vapore sempre fresco e fragrante che ben si sposa con il tradizionale tajut, come si chiama da queste parti il bicchiere di vino bevuto come aperitivo in tarda mattinata o nel pomeriggio inoltrato.

Ospiti famosi

Merito anche dell'ambiente riservato, non è raro incontrare da queste parti noti personaggi dello spettacolo tra i quali possiamo ricordare Michelle Hunziker, Walter Nudo, Aldo Giovanni e Giacomo, Simona Izzo, Gabriele Salvatores.

Per approfondire: osteriallevolte.it

[Nella foto di copertina una veduta della sala ristorante. Nella foto in alto a destra la chef Elbi Dhurata, il produttore di vini Adriano Gigante, il noto barman Marco Ventura, la giornalista Bettina Carniato e Claudio Trinco]

L'Osteria alle Volte si trova in pieno centro a Udine e si presenta al piano terra come un'accogliente osteria con una deliziosa e piccola corte dov'è possibile mangiare all'aperto, ma è al piano inferiore che sorprende, con una sala ristorante fatta di volte a crociera sostenute da colonne in pietra.

Nel centro di Udine, con un ingresso al numero 4 di via Mercato vecchio e l'altro in via Mercerie a due passi dalla più bella piazza di Udine, piazza San Giacomo o delle Erbe, si trova questo suggestivo locale sviluppato su due livelli. Sopra la zona osteria, che propone squisiti stuzzichini per accompagnare ottimi vini locali e non, sotto il ristorante che si apre in uno spazio segnato da tre colonne in pietra che sorreggono volte a crociera parzialmente intonacate proiettando l'ospite in un'atmosfera fuori dal tempo.

Il locale, di fondazione quattrocentesca e restaurato in maniera conservativa, rispecchia l'animo raffinato e al contempo 'alla mano' del titolare Claudio Trinco, figlio di ristoratori ed egli stesso assieme al fratello da sempre protagonista della scena culinaria dapprima a San Donà di Piave con la famiglia di origine e poi a Udine. Dopo una lunga esperienza nel capoluogo friulano con il locale Al Pappagallo, Claudio si innamora dell'Osteria alle Volte che recupera con cura dopo un lungo periodo di chiusura.

La cucina è quella tradizionale friulana affiancata da ricette tipiche della zona lagunare ricche di pesce. E' così possibile gustare pesci e molluschi preparati con creatività, ma anche secondo l'uso delle zone di Grado e Marano. Vale la pena lasciarsi tentare da una carrellata di antipasti misti. Da provare assolutamente, anche se solo di passaggio al piano superiore, il prosciutto cotto al vapore sempre fresco e fragrante che ben si sposa con il tradizionale tajut, come si chiama da queste parti il bicchiere di vino bevuto come aperitivo in tarda mattinata o nel pomeriggio inoltrato.

Merito anche dell'ambiente riservato, non è raro incontrare da queste parti noti personaggi dello spettacolo tra i quali possiamo ricordare Michelle Hunziker, Walter Nudo, Aldo Giovanni e Giacomo, Simona Izzo, Gabriele Salvatores.

[Nella foto di copertina una veduta della sala ristorante. Nella foto in alto a destra la chef Elbi Dhurata, il produttore di vini Adriano Gigante, il noto barman Marco Ventura, la giornalista Bettina Carniato e Claudio Trinco]

1 Risposta

  1. Giacomo
    per chi ama i gusti decisi, da provare il boreto alla gradese !