Storie di gente unica

Ascolta la lettura dell'articolo     

Nasce Vino e Vacanze, supplemento della testata giornalistica EuroregioneNews. Un periodico di approfondimento giornalistico su alcuni aspetti meno noti del territorio e delle genti che popolano quella parte di terra intermedia tra le Alpi e la fascia costiera adriatica settentrionale, che sconfina a est nella Slovenia abbracciando il Carso e che a ovest comprende una porzione di Veneto orientale.

Un’area non rigidamente definita, vissuta da persone apparentemente diverse, dove i dialetti di derivazione veneta si mescolano alla lingua friulana e a quella slovena. Un insieme di luoghi tra la pianura e la collina accomunati dalla ricorrente sequenza dei filari di vigneti. Ecco dunque il filo conduttore, il vino, inteso non solo come bevanda ma anche come rito quotidiano e risorsa del territorio.

In queste terre la coltivazione della vite è un fenomeno diffuso che comprende non solo grandi appezzamenti di terreno, ma che ha anche una dimensione domestica. Non è raro trovare ancora nell’orto di tante case un paio di piante di vite che talvolta servono a produrre quella piccola quantità di vino destinata al consumo di una famiglia o poco più.

Noi vogliamo raccontare le storie di queste terre e delle persone che le vivono affinché attraverso questa seppur minima conoscenza possa venir voglia di venire qui, a condividere il gusto di una vita tranquilla e ricca di stimoli naturali, dove l’ospitalità si esprime con l’apertura della propria abitazione al turista sensibile, dove il pernottamento trova conforto nelle decine di strutture a conduzione familiare e dove il cibo e il vino sono il risultato di piccole produzioni genuine.

[Foto di copertina tratta da: Collio, by Craig Drollett - flickr.com]

Nasce Vino e Vacanze, supplemento della testata giornalistica EuroregioneNews. Un periodico di approfondimento giornalistico su alcuni aspetti meno noti del territorio e delle genti che popolano quella parte di terra intermedia tra le Alpi e la fascia costiera adriatica settentrionale, che sconfina a est nella Slovenia abbracciando il Carso e che a ovest comprende una porzione di Veneto orientale.

Un’area non rigidamente definita, vissuta da persone apparentemente diverse, dove i dialetti di derivazione veneta si mescolano alla lingua friulana e a quella slovena. Un insieme di luoghi tra la pianura e la collina accomunati dalla ricorrente sequenza dei filari di vigneti. Ecco dunque il filo conduttore, il vino, inteso non solo come bevanda ma anche come rito quotidiano e risorsa del territorio.

In queste terre la coltivazione della vite è un fenomeno diffuso che comprende non solo grandi appezzamenti di terreno, ma che ha anche una dimensione domestica. Non è raro trovare ancora nell’orto di tante case un paio di piante di vite che talvolta servono a produrre quella piccola quantità di vino destinata al consumo di una famiglia o poco più.

Noi vogliamo raccontare le storie di queste terre e delle persone che le vivono affinché attraverso questa seppur minima conoscenza possa venir voglia di venire qui, a condividere il gusto di una vita tranquilla e ricca di stimoli naturali, dove l’ospitalità si esprime con l’apertura della propria abitazione al turista sensibile, dove il pernottamento trova conforto nelle decine di strutture a conduzione familiare e dove il cibo e il vino sono il risultato di piccole produzioni genuine.

[Foto di copertina tratta da: Collio, by Craig Drollett - flickr.com]

2 Risposta

  1. Giulia
    Ricordo proprio che mio nonno pur avendo al massimo 10 viti in giardino/orto faceva il vino tutti gli anni
  2. Livio
    Ambizioso progetto, complimenti ;)